Lunedì 24 Apr 2017

Articoli

Stampa

LT. Ten. Vittorio De Rasis (5° parte)

Scritto da Admin. Posted in Interviste

Un`intervista illuminante

Lettera di risposta del Comandante Generale dell`Arma dei Carabinieri Gianfrancesco SIAZZU.

Gentile Signora,
mi riferisco alla lettera con la quale mi ha voluto manifestare la particolare amarezza dovuta al rapporto che intercorre tra Suo marito ed il proprio superiore diretto.
Nella consapevolezza della necessità che le relazioni di servizio tra gli appartenenti all`Arma siano sempre improntate alla massima serenità e pacatezza, ho disposto che siano eseguiti tutti i necessari approfondimenti su quanto da Lei riferito.
Ciò allo scopo di ristabilire la giusta armonia ed il corretto equilibrio nello svolgimento delle quotidiane attività di servizio, nella consapevole osservanza dei doveri gerarchici.
Voglio, infine, rassicurarLa sulla gratitudine che l`Istituzione continuerà a rivolgere a coloro che, come Suo marito, hanno sacrificato l`integrità fisica nell`adempimento dei rischiosi compiti affidati, augurando a Lei ed ai Suoi cari di ritrovare quanto prima la piena serenità familiare.
Nella circostanza, Le invio
Cordiali saluti
Gen. C.A. Gianfrancesco SIAZZU

L.te De Rasis ultimamente é stato sanzionato disciplinarmente ?

Si! devo dire che durante l`espletamento della mia carriera non ho mai avuto delle punizioni, infatti ho avuto note caratteristiche sempre eccellente. Durante l`ultimo anno, negli ultimi tre mesi ho avuto quattro giorni di consegna, di cui un giorno, é stato irrogato perché - secondo il Comandate di Compagnia - non ho partecipato ad uno sfratto. Cosa non vera, in quanto mi sono recato sul posto, malgrado avessi fatto un servizio notturno. Il comandate della compagnia pur avendo ricevuto assicurazione da un altro Ufficiale, il quale era stato incaricato ad effettuare opportuni accertamenti sulla vicenda , che effettivamente mi era recato sul posto non l`ha creduto. Quindi il comandate della compagnia non ha creduto alle parole di un altro suo collega. Mi sono rivolto ad un avvocato per una consulenza sui fatti accaduti, lo stesso mi ha consigliato di scrivere alla scala gerarchica e per questo motivo mi hanno ulteriormente sanzionato. Il comandante della compagnia dopo aver saputo che mi ero rivolto a terzi ha erogato ulteriori tre giorni di consegna. Dell`accaduto ho chiesto di mettermi a rapporto con i miei superiori gerarchici, che ancora attendo di essere audito. Ho saputo che ero stato proposto per essere insignito dell`onorificenza di Ufficiale della Repubblica e probabilmente per i giorni di consegna irrogati, non mi é stata concessa. quindi dopo 28 anni di onorato servizio sono stato punito.
Vuole dire qualche cosa al Comandante Generale dell`Arma dei Carabinieri?
Si. Voglio dire che il Comandate Generale fa delle ottime direttive, ma vengono puntualmente disattese dalla scala gerarchica, ecco al Comandante Generale voglio dire di sensibilizzare la scala gerarchica ad osservare le direttive diramate.

L.te De Rasis, grazie per questa sua importante testimonianza, grazie per il contributo che ha dato al tutto il paese. Grazie!

  • giardinieredoro
  • Damiano Rinaldi
  • Lino Recchia
  • gmpcostruzioni
  • iavaroneImpianti
  • EdilViro
  • Idrauligas
  • racostruzioni
  • Info Partner
  • Pama Costruzioni